venerdì 9 marzo 2012

Fonti federiciane

http://books.google.it/books?id=MAQMAAAAYAAJ&printsec=frontcover&vq=melfi&hl=it&output=html_text

Francesco e Federico

Il primo: tant'è lo ben che aspetto che ogne pena m'è diletto.
Il secondo:
A tut[t]ora membrando
de lo dolze diletto ched io aspetto, - sonne alegro e gaudente.