venerdì 30 marzo 2012

3 lezioni

Da Erchemperto ad Idrisi attraverso i normanni.

Piero delle Vigne, le pergamene melograno

Vincenzo bruno e altri

martedì 20 marzo 2012

mercoledì 14 marzo 2012

sabato 10 marzo 2012

venerdì 9 marzo 2012

Fonti federiciane

http://books.google.it/books?id=MAQMAAAAYAAJ&printsec=frontcover&vq=melfi&hl=it&output=html_text

Francesco e Federico

Il primo: tant'è lo ben che aspetto che ogne pena m'è diletto.
Il secondo:
A tut[t]ora membrando
de lo dolze diletto ched io aspetto, - sonne alegro e gaudente.

giovedì 8 marzo 2012

Tesi Sociolinguistica




http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/wcm/ibc/eventi/concorsodialetti/esito/vincitori/vincitori/Tesi_di_Giacomo_Govoni.pdf

http://www.tesionline.it/consult/preview.jsp?pag=2&idt=32382

lunedì 5 marzo 2012

Il Chronicon Northmannicum e Amato di Montecassino

Informazioni su http://www.storiamedievale.net/centrostudi/fontiweb.htm

Annali Baresi

da http://www.norman-world.com/italie/ensavoirplus/sources/ICronologiBaresi.htm

I Cronologi Baresi

Annales Barenses
Annales di Lupo Protospatario
Anonimi Barensis Chronicon.

Esistono tre testi di materiale "annalistico" di origine evidentemente "barese", e comunque pugliese, apparentemente collegati l'uno all'altro (ma i cui rapporti meritano di essere approfonditi molto meglio di quanto la critica non abbia fatto fino a oggi); si tratta di tre narrazioni di una notevole importanza per gli studi sul X e sull'XI secolo in Puglia e, più in generale, nell'Italia meridionale.

1. Gli Annales Barenses sono un insieme di items estremamente brevi e sintetici di informazioni relative al X e all'XI secolo (605-1043), che si concludono con una più lunga relazione dell'attacco normanno contro la Puglia negli anni 1041-1043.

2. Gli Annales di Lupo Protospatario offrono brevi registrazioni per gli anni 855-1102, ma si presentano in generale come più informati per l'XI secolo che per i periodi precedenti. Appare probabile che essi attingano notizie dalla stessa fonte utilizzata dallo stesore (o dagli stesori) degli Annales Barenses, anche se i due testi non sono identici. L'ultima parte del testo fornisce abbondanti notizie sulla figura e l'opera di Roberto Guiscardo, e sulla Puglia, negli anni successivi alla morte del condottiero normanno (1085). Per alcuni tratti, il testo cosiddetto di Lupo Protospatario (un funzionario dell'amministrazione bizantina?) mostra qualche legame più profondo con la città di Matera, che potrebbe essere supposta la patria di Lupo.

3. L'Anonimi Barensis Chronicon è un altro insieme di registrazioni a struttura annalistica, quantunque con alcuni items più estesi rispetto ai primi due testi, e che continua fino all'anno 1118 (860-1118). L'edizione di Muratori -derivata dalla editio princeps di Camillo Pellegrino- è, appare importante sottolinearlo, davvero poco soddisfacente.



EDIZIONI

- Annales Barenses e Annales di Lupo Protospatario G.H. Pertz, MGH Scriptores V (Hannoverae 1844), pp. 51-56 (in doppia colonna)

- Anonimi Barensis Chronicon: L. A. Muratori, in Rerum Italicarum Scriptores V (Mediolani, 1724), pp. 145-156.

Guglielmo Pugliese

Le origini
books.google.it
Antonio Viscardi - 1966 - 816 pagine
Nel quadro dell'epopea storica in cui abbiamo posto i Gesta Roberti Wiscardi entra anche la Vita comitissae Mathildis di Donizone, monaco nel convento benedettino di S. Apollonio di Canossa, che custodiva le spoglie mortali dei conti ...

Il poema Gesta Roberti Wiscardi di Guglielmo Pugliese
books.google.it
Antonio Pagano - 1909 - 118 pagine

wiki:
L'unico manoscritto medievale rimasto è quello conservato nella Bibliothèque Municipale d'Avranches (ms. 162, della fine del XII secolo) e proveniente dalla biblioteca dell'abbazia di Mont Saint-Michel. Un altro manoscritto, utilizzato per l'editio princeps del 1582, proveniente dall'abbazia di Bec, è invece disperso.

sabato 3 marzo 2012

certe volte la vita toglie e poi da (sic!)


Questo erroruccio di ortografia mi rincuora.
Senza cattiveria, il fatto che lo abbia commesso su fb una mia amica ricercatrice di italianistica che per me è un modello di brava studiosa, non mi fa godere malignamente della sua svista, ma mi fa sentire meno sbadato. Il mio problema è che a differenza degli studiosi seri io questi errori ce li lascio negli articoli e nei saggi. Meno male che c'è il prof. O** che me li corregge tutti quasi sempre. §testo in citazioni§