martedì 31 gennaio 2012

Archetipo preistorico

Da un saggio sulla caccia all'orso nel medioevo
Anche l’idea di Artù signore dell’altro mondo mi pare spiegabile solo con le credenze, attestate soprattutto in area siberiana e artica, dell’orso come signore dell’aldilà e padre dell’umanità. Ci si potrebbe perfino permettere un’intrigante divagazione: se l’orso è padre dell’uomo, di chi è figlio dell’orso? Ebbene, in alcuni testi irlandesi e gallesi redatti intorno al XII secolo Artù, l’uomo-orso, è figlio ed erede di Bran, ovvero il corvo. Il medesimo schema genealogico “corvoorso-uomo” si ritrova nelle credenze e nei miti di popolazioni siberiane e nordamericane,22 un dato che suggerisce la vertiginosa ipotesi che ci si trovi di fronte alla risacca di miti dei cacciatori preistorici elaborati in epoca addirittura antecedente al popolamento delle Americhe

Un solo eroe solare

Stella: arcturus (art ui) eroi ettore contro achille walter contro hagen artu figlio di sosia come eracle tutti contro il.12

Si legga artu' o' e il re

venerdì 27 gennaio 2012

Incontro scuola-genitori

Oggi alle 17, presso l'aula magna dell'Istituto Comprensivo "M. Ferrara" di Melfi si è tenuto un incontro tra i genitori degli alunni delle classi quinte elementari cittadine e una rappresentanza del Collegio Docenti dell'Istituto.
Il Dirigente Scolastico, Prof. Salvatore Doddis ha illustrato non solo le modalità di iscrizione al nuovo ordine di scuola, ma anche e soprattutto i contenuti del Piano dell'Offerta Formativa (del quale è stata distribuita una brochure informativa).
Si è illustrato inoltre il Patto di corresponsabilità educativa, sintesi dei diritti e dei doveri di alunni, famiglie, insegnanti e personale scolastico, incentrato su un'azione educativa condivisa tra genitori e insegnanti e una valutazione oggettiva,trasparente e immediata.
La partecipazione dei genitori all'iniziativa è stata ampia e interessata, permettendo di instaurare un dialogo istituzionale proficuo e fattivo con i rappresentanti della Scuola Secondaria di primo grado, meglio conosciuta come scuola media.

martedì 24 gennaio 2012

Lo Spirito Santo a Melfi


Mille anni in un giorno

di lykantropos
Eravamo entrati in città dalle rovine di Porta Troiana. Seguendo il suono di corni e tamburi stavamo scendendo lungo Vico Sole, fino a Via dell’Amistà. Lì abbiamo intravisto, in fondo alla piazza, il lungo corteo. Tagliando fra vicoli e gradelle secolari, ci siamo confusi alla folla che ammirava la parata di dame, cavalieri, armigeri e arcieri. Tutti scortavano il carro trainato da due enormi, candidi buoi. Portavano lo Spirito verso la fortezza. Sette lati e dieci torri: il castello dell’Imperatore. Gli zoccoli dei cavalli battevano sul selciato la loro atavica marcia. Era come stare sospesi a sognare una fiaba. Mi ricordai che anno era quando riconobbi la divisa di un vigile urbano. Parlava al cellulare. Ogni anno tutta la città esce sul monte di notte e poi al mattino ripopola vie, piazze, chiese e antichi palazzi, per ricordare che la guerra è finita. Le donne fanno scendere da finestre e balconi grandi lenzuola damascate, poi cucinano i piatti della festa. Le strade rivivono di suoni, colori, odori e sapori di 500 anni fa: si può toccare la storia. Gente cordiale all’uscio offre vino e dolciumi a chi passa, per scaldare lo stomaco e il cuore. A Melfi è il giorno di Pentecoste.

Presentato al concorso "Diventa reporter in Giordania"

domenica 22 gennaio 2012

Simbolismo cronologico numerico e astrologico cristiano

Quattro evangelisti come le stagioni, dodici apostoli come i mesi, un Cristo come il sole una Madonna come la luna

giovedì 19 gennaio 2012

Giornata perfetta

Sveglia tardi colazione e giochi con G**. Telefonata da scuola: hanno stampato e fatto firmare ai presenti la circolare che avevo inviato ieri sera per email. Poi commissioni e servizio taxi: L** alla posta e N** alla banca. Rimessa la benzina alla clio. Scambio di posta elettronica col CISAM di Spoleto.
Pomeriggio di lavoro sul secondo capitolo di sociolinguistica. Poi lezione di storia e riunione per lo sviluppo della tesi. Sembrava essere finita ma ho dovuto fare soccorso stradale: papà e mamma avevano la macchina in panne di fronte a Fiore.
Cenato, lavati i piatti e addormentata G**. Ora sul divano, finalmente.

giovedì 12 gennaio 2012

Sidereus Nuncius

Questa macchia medesima si vede, avanti la seconda quadratura, circondata da contorni più oscuri che, come catene altissime di monti, si mostran più scuri dalla parte opposta al Sole, più luminosi in quella rivolta al Sole: accade l'opposto invece nelle cavità

§ Sidereus Nuncius

Giove, Marte, Mercurio, Ercole e degli altri eroi con i cui nomi si chiamano le Stelle, prima che lo splendore delle stesse Stelle. Tuttavia questa invenzione dell'umano ingegno, tra le prime mirabile e nobile, già da molti secoli è spenta, occupando i primi eroi quelle lucenti sedi e come per proprio diritto tenendole: nel loro numero invano la pietà di Augusto tentò di eleggere Cesare: infatti, volendo egli chiamare Astro Giulio la stella apparsa al tempo suo, di quelle che i Greci chiamano Comete, i Latini Crinite, quella scomparendo in breve tempo deluse la speranza. Ma cose di gran lunga più felici e vere, Serenissimo Principe, possiamo predire alla vostra Altezza: infatti appena han cominciato a rifulgere in terra le bellezze immortali del vostro animo, e si mostrano in cielo lucenti Stelle che come lingue celebrino e dicano in ogni tempo le mirabili vostre virtù. Ecco dunque quattro Stelle riservate al vostr

martedì 3 gennaio 2012

Prima frittata

A 34 era ora che mi decidessi a cucinarmi qualcosa da solo. Faceva schifo: verde e senza sapore, ma aveva il gusto dell'autostima!

Simboli astronomici

Lab

Resilienza


da wikipedia
  • in ingegneria, la resilienza è la capacità di un materiale di resistere a forze impulsive (ovvero, della capacità di resistere ad urti improvvisi senza spezzarsi).
  • in psicologia, la resilienza viene vista come la capacità dell'uomo di affrontare e superare le avversità della vita, di superarle e di uscirne rinforzato e addirittura trasformato positivamente.