martedì 2 agosto 2011

Orifiamma

Sfogliando cose sul Medioevo mistico di D'Annunzio leggo nel Prologo del suo Martirio un'invocazione per san Dionigi e l'Orifiamma. Stendardo dell'esercito del Regno di Francia, il suo nome evoca atmosfere rolandiane e descrive l'insegna: una fiamma in campo d'oro su seta rossa; si diceva che essa era stata consegnata a Carlo Magno da un angelo e rendesse invincibile l'esercito che accompagnava.
Oggi l'orifiamma è diventata un pesce e vive negli acquari delle nostre case.