mercoledì 12 ottobre 2011

sociolinguistica


Sociolinguistica
Con una definizione e contrasto, si potrebbe dire che la sociolinguistica comprende tutti o la maggior parte di quei fattori che fino a poco tempo chiamata la lingua un po 'sprezzante "extralinguistici".
Infatti, la convinzione che il linguaggio non può essere analizzato e studiato solo come un insieme compatto di rapporti logicogrammaticali e come un meccanismo che funziona indipendentemente da qualsiasi altro fattore è stato già impostato da qualche tempo quando Fishman [1970] ha proposto che i compiti dei giovani disciplina riassumere in un riaggiustamento della famosa "quattro doppie W" del giornalismo: chi parla la lingua di chi e quando (`Chi parla, la lingua a chi e quando '), e quando Berruto [1974] ha proposto di aggiungere, acompleta 'individuazione degli obiettivi di sociolinguistica, le domande "come" "perché" e "dove".
Per rompere l'illusione di monolitico e indivisibilità del codice linguistico infatti è venuto dialettologia, geografia linguistica, il movimento ha detto Wòrtet und Sachen, Ferdinand de Saussure e lo stesso non poteva appello per giustificare la sua teoria dell '"arbitrarietà del segno", la teorie sociologiche di Durkheim e la considerazione del linguaggio come una organizzazione sociale basata nella "coscienza collettiva".
Tanto che tra le varie etichette (dialettologia sociologica sociodialettologia, dialettologia sociale, linguistico, sociologico, la sociologia, la linguistica, la sociologia del linguaggio, della sociologia, lingue, ecc.) Che da allora sono state proposte per designare tutti più o meno lo stesso referente, Ci sono stati tentativi di distinguere, a volte, proprio come ha proposto di chiamare la sociologia dei contenuti linguistico derivanti dal sociale considerazione lingua "generale", intesa come il fenomeno langue di Saussure, e studiare sociolinguistica degli aspetti sociali delle parole di Saussure, che Vale a dire, di attualizzazione della lingua reale nei rapporti quotidiani di scambio linguistico, linea orizzontale o diagonale, tra individui, gruppi sociali o comunità.
Sociolinguistica sono stati assegnati altri compiti, alcuni dei quali rivelano alcuni urgente "politiche" che hanno a volte accelerato il percorso di disciplina, si riferisce in particolare agli aspetti di "politica" o "pianificazione linguistica", in riferimento sia alla situazione delle minoranze linguistiche i paesi del vecchio mondo, così come quelli di istituzionalizzazione di nuovi linguaggi nei paesi in sviluppo. Ma si può anche fare riferimento alle discussioni circa l'utilità, misurabilità, l'attuazione del bilinguismo, o, più in generale, gli studi di linguistica per l'istruzione e il suo rapporto con la realtà socio-culturali dei diversi paesi.
Ciascuno dei compiti che a loro volta sono stati attribuiti alla disciplina del corso ha portato a ulteriori ricerche sulle metodologie da adottare; , tuttavia, importante notare che mentre il più semplice definizione (sociolinguistica è la scienza che studia il rapporto tra linguaggio e della società) sono rivela anche la più soddisfacente, ma ci impone di riconoscere che, oltre gli approcci metodologici più diversi, tra cui la obiettivi finali di sociolinguistica è quello di identificare, dice Orgoglio [1970] Alcuni dei fattori più universale sociali coinvolti nelle scelte linguistiche dei parlanti, e mostrano come queste scelte si manifestano in termini di varietà di lingua (varietà di lingua standard socioletti norme, idioletti) .
Dato che la sociolinguistica termine (in effetti, Socio-Linguistica) è stato utilizzato per la prima volta da HC Currie nel 1952, ci sono stati numerosi tentativi di organizzare la pluralità dei compiti che abbiamo rapidamente esposto.
Ricordiamo, per esempio. la semplice divisione tripartita del Fishman [1972], che distingue un sociolinguistica descrittivo, il cui scopo sarebbe quello di chiarire le regole del linguaggio d'azione basato su modelli sociali generalmente accettata ed attuata, una sociologia dinamica del linguaggio, che dovrebbe rispondere alla domanda "che cosa è il peso dei cambiamenti differenziale l'uso sociale del linguaggio e del comportamento ", e infine applicata una sociologia del linguaggio, i cui obiettivi sono principalmente legate all'insegnamento della lingua, problemi di traduzione e quelli della pianificazione linguistica.
Per luminoso [1966] Le materie di studio sono suddivise in sette punti, invece:
1) la situazione sociale del mittente, che seleziona le varietà in base alla loro classe sociale; 2) la figura del ricevitore e l'adattamento della varietà parte; 3) il contesto comunicativo e la situazione che influenzano la diglossia tra formalità e informalità; 4) sincronica di ricerca (le differenze sociali nell'uso del linguaggio); 5) lo studio delle auto-valutazioni in relazione allo stato dei relatori; 6) l'indagine sul grado di varietà diverse (dialetti, lingue, socioletti) all'interno della comunità; 7) l'applicazione di differenze sociolinguistiche come segni di strutture sociali o cambiamenti di lingua o linguistica come base per la pianificazione.
Forse l'enumerazione più completa dei compiti della disciplina si è, tuttavia, da Halliday europea [1974], che elenca i successivi quindici settori della ricerca socio-linguistica:
1) macrosociologia del linguaggio, la demografia linguistica; 2) diglossia, multilinguismo e pluridialettalismo; 3) pianificazione linguistica: sviluppo e standardizzazione; 4) pidginizzazione e creolizzazione; 5) dialettologia sociale; descrizione delle varietà non standard; 6) formazione sociolinguistica; 7) etnografia della comunicazione, situazioni comunicative; 8) registro; repertorio verbale e commutazione di codice; 9) i fattori sociali a modifiche fonologiche e grammaticali; 10) la lingua e la socializzazione, la lingua nella trasmissione della cultura; 11) l'approccio sociolinguistico allo sviluppo del linguaggio nei bambini; 12) Le teorie dei sistemi di linguaggio funzionale; 13) relatività linguistica; 14) conoscenza microsociologia (linguistica etnometodologiche); 15) La teoria del testo.
Lo sviluppo successivo della sociolinguistica sono iscritti tutti, si può dire, all'interno di questi quindici settori, tra cui la convergenza della nuova scienza linguistica ha trovato con il pragmatico e le scienze psicologiche, antropologiche ed etnologiche. 

Nessun commento: