mercoledì 17 agosto 2011

ontologia esegetica

Le note a piè pagina sono la prova dell'esistenza di almeno un lettore per quel testo (colui che ha redatto il commento), mentre la presenza del testo non necessariamente implica l'esistenza di un autore. Quel testo può essere frutto di copiatura, plagio, compendio, parafrasi o altri processi che non guadagnano al redattore il titolo di auctor.